Corso Unisost su innovazione sociale:”Gestire il cambiamento”

Da sabato 9 aprile, l’Università della sostenibilità darà il via ad un nuovo corso in ambito di innovazioni sociali; molti i temi che verranno trattati e relatori di altissima qualificazione.

Da sabato 9 aprile, l’Università della sostenibilità darà il via ad un nuovo corso in ambito di innovazioni sociali; molti i temi che verranno trattati e relatori di altissima qualificazione.
Secondo l’Unione Europea: “Le innovazioni sociali sono tali sia nei loro fini che nei loro mezzi; nello psecifico, si definiscono innovazioni sociali nuove idee (prodotti, servizi e modelli) che al contempo affrontano problemi sociali (più efficacemente degli approcci esistenti) e creano nuove relazioni o collaborazioni” .
La Scuola di Impresa Sociale, ente accreditato dalla Regione Lombardia per l’erogazione di servizi di formazione, si rivolge alle imprese sociali allo scopo di svilupparne il potenziale per sostenere i processi di sviluppo ed innovazione sociale, cercando di allineare scelte sostenibili con scelte strategiche ed economiche.
Il modello economico prevalente in questi ultimi anni, è costituito da vantaggi competitivi in qualsivoglia settore, dove le imprese devono operare in una costante catena sociale costituita da concorrenti, fornitori e clienti.
Questo modello economico è abbastanza limitato, in quanto non presta attenzione alle relazioni con gli stakeholders, ai processi collaborativi di co-produzione e di intermediazione, e non dà valore all’ambiente (soggetti, oggetti e relazioni) entro cui  l’azienda opera.
Il corso si propone di fornire un nuovo punto di vista nei modelli di business as usual; i relatori sono esperti del settore e li si può definire dei veri e propri pionieri nel loro campo e nella sostenibilità:  Nicola Zanardi, docente nel reparto di informatica, sistemistica e comunicazione presso l’Università Bicocca di Milano, Andrea Vecci, Vicepresidente di Economia e sostenibilità (EsTà), Christian Garaffa di Novamont, Erica Ramorino di LifeGate e Maria Grazia Persico, Direttore Editoriale di Nonsoloambiente.it.
Le tematiche proposte saranno varie e approfondite: dal punto di vista informatico, analizzando la sostenibilità nei passaggi dall’hardware al software, come si può trasformare il valore economico in valori sociali e ambientali, il laboratorio “Utilizzo di sacchi in Mater-Bi®, un modello di economia circolare nella raccolta differenziata a Milano”, il modello People Planet Profit ed infine, la sostenibilità dal punto di vista della comunicazione.
I corsi avranno inizio sabato 9 aprile e saranno a cadenza settimanale ogni Venerdì e termineranno il 29 aprile.
Per informazioni e iscrizioni, visitate il sito dell’Università della Sostenibilità – UniSost.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!