Sostenibilità fa rima con profitto a lungo termine

Una programmazione efficace e mirata delle attività può portare a benefici economici e ambientali. Molte sono le società che stanno attuando questa strategia, attualmente vista come un investimento per il futuro ma anche portatrice di benefici immediati.

Una programmazione efficace e mirata delle attività può portare a benefici economici e ambientali. Molte sono le società che stanno attuando questa strategia, attualmente vista come un investimento per il futuro ma anche portatrice di benefici immediati.

Un caso tra tanti è quello di Manitalidea, tra i leader italiani nel facility management (ovvero nella fornitura e nella gestione di servizi integrati per soggetti terzi). Nel bilancio di sostenibilità 2014 viene spiegato che sono stati effettuati 14 interventi di riqualificazione impiantistica che hanno consentito un incremento del rendimento medio globale stagionale degli impianti di circa il 26% con un conseguente risparmio economico di circa il 40% e, soprattutto, notevoli riduzioni delle emissioni inquinanti.

Alla base di questi risultati vi è l’idea dell’azienda di superare la visione “passiva” di facility management come soggetto fornitore di servizi a favore di una più intensa attività consulenziale che possa prevedere anche obiettivi di maggior durata. Compreso l’orizzonte ultimo, ovvero il miglioramento della qualità della vita delle comunità di riferimento e dell’ambiente circostanze.

All’interno di Manitalidea è stata creata la funzione di Ingegneria che si occupa nello specifico dell’ingegnerizzazione degli edifici, creando soluzioni innovative ed eco-compatibili che consentano ai clienti di ottimizzare strutture e impianti, di migliorare conseguentemente le proprie performance in termini di consumi di risorse e di ridurre l’impatto ambientale delle stesse attività perseguite.

Più in generale, è importante sottolineare che una puntuale gestione degli edifici a livello manutentivo garantisce la continuità dell’operatività delle strutture e, soprattutto, elimina gran parte di quegli interventi straordinari (richiesti a seguito di improvvisi malfunzionamenti) che possono avere ripercussioni dannose sull’ambiente.

L’analisi della struttura permette lo sviluppo di un progetto di interventi che tenga in considerazione tre fattori determinanti: le esigenze del cliente, le osservazioni degli esperti e le tematiche globali di sostenibilità. Con l’analisi dell’intera struttura, è infatti possibile proporre soluzioni per l’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse, elaborare progetti per la riduzione dei consumi energetici, eliminare gli sprechi, diminuire l’impatto ambientale dell’edificio.

Un simile processo innesca poi un circolo virtuoso visto che il piano di interventi dà luogo a una evoluzione delle potenzialità della struttura in termini di risparmio energetico, economico e di ottimizzazione delle risorse.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!